ECCO IL “SINDACO DELLA GENTE”

 


 

Non è dipeso da noi. Nessuno poteva immaginare (come è stato ampiamente spiegato in diversi comunicati pubblicati su FB, ma anche nella pagina di servizio dello stesso sito, che è comparso ieri) che una valanga di migliaia di contatti simultanei facesse andare in tilt il sistema. Non lo nascondiamo: col senno di poi abbiamo vissuto questo problema come la riprova che il giornale è seguitissimo, dunque, con una punta di soddisfazione che ci ripaga dell’impegno VOLONTARIO. Un po’ di informazione in meno, per voi, e ce ne dispiace, una iniezione di incoraggiamento indiretto per la Redazione che ha sofferto e imprecato l’altra sera non comprendendo subito l’origine del tilt.

La Redazione


 

Questa mattina vi proponiamo un articolo che, anche se con ritardo, mantiene la sua attualità.

maniaci festa

 

Giosuè Maniaci è, dunque, il nuovo sindaco di Terrasini. Lo dicono i voti, sia pure di stretta misura (forse poco meno di un centinaio su  Antonio Giannettino) e lo sancirà, nei prossimi giorni, il Prefetto nelle mani del quale giurerà fedeltà alla Repubblica democratica italiana.

 

 

A Giannettino va dunque l’onore delle armi. Ma l’onore è difficile da salvarguardare in un quadro in cui si staglia quel 40% di maggioranza che nessuno ottiene in Consiglio. E sì, perchè il primo dato da considerare è che il paese esce sostanzialmente spaccato in tre (se non addirittura in quattro) da questa difficile competizione. Una spaccatura che presto, però, è bene lasciarci alle spalle se non vogliamo continuare a impaludarci.
Ma sul Consiglio e i consiglieri torneremo dopo.

Intanto, se ci è concesso offrire al neo sindaco un paio di consigli, lo esortiamo a tenere vivo il contatto col Movimento civico e politico che lo ha espresso e sostenuto a cominciare dal NON CHIUDERE la sede, punto d’incontro di Via Crispi; il secondo consiglio, che ci sentiamo di dargli e che è connesso al primo, è di non commettere l’errore di rinchiudersi nel Palazzo così come altri suoi predecessori hanno fatto. Sappiamo che è difficile tener vivo il rapporto con “la gente” sotto l’incalzare dei problemi che da subito busseranno alla porta di Palazzo La Grua, ma è quello il segreto principe per non perdere la bussola, perché – come Maniaci ben sa – amministrare non è una passeggiata.

Un discorso a parte, poi, meriterebbero il M5S e la candidata Eva Deak che, nonostante qualcuno possa pensare il contrario, ha ottenuto, a nostro avviso, un risultato più che lusinghiero su cui, noi per primi, non avremmo scommesso. Anche in virtù di questa considerazione il M5s di Terrasini merita una riflessione a parte su cui ci riserviamo di tornare con maggiore puntualità nei prossimi giorni, quando gli entusiasmi si saranno placati.

Ultima notazione sui risultati del Consiglio Comunale. Non siamo ancora in grado di fornirli in modo chiaro, definitivo ed esaustivo. Conosciamo in questo momento il seguente dato generale sicuro (mentre scriviamo ci dicono che sul sito del Comune sono già pubblicati). Comunque: Cucinella ottiene 6 seggi; Giannettino 4 e Maniaci 5, uno il M5s. Non dovrebbe essere difficile per il sindaco comporre una buona maggioranza (per il sindaco? Pardon, per il paese!).

 

 

Commenta su Facebook
,
One comment on “ECCO IL “SINDACO DELLA GENTE”

Rispondi a Paolo Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *