PERCHÉ TRE GIORNI PER UNA FOGNA?

acquaRedazione

GLI INTASAMENTI DEI TOMBINI FOGNARI SONO COSE CHE ACCADONO AGLI UMANI ANCHE NELLE PIÙ IMPORTANTI METROPOLI DEL MONDO.
LA DIFFERENZA STA NEL “PRONTO INTERVENTO”.

Noi di “Terrasini oggi” non vorremmo mai pubblicarle certe brutture, ma come si fa a non vederle? Come non segnalarle? In quanto terrasinesi, che amano il proprio paese, siamo mortificati perchè non stiamo parlando del Burundi. Ci spiace Signor Sindaco e Signor assessore al ramo. Assessore, SOPRATTUTTO LEI, non sappiamo neanche chi lei sia esattamente e poco importa saperlo, però egualmente, non se ne voglia, le chiediamo: ma che ci sta a fare nella Casa comunale? Per un tombino fognario che si intasa, in un qualsiasi paese mediamente civile, si interviene prontamente e non dopo tre, quattro o cinque giorni. Oggi, mercoledì 27, intorno alle 10:30, abbiamo effettuato la ripresa e non c’era ancora l’ombra di un operaio nè di un qualsiasi cartello che, almeno, segnalasse ai mezzi in circolazione di rallentare, evitando che gli schizzi infettino i passanti o arrivino sugli altri mezzi, sui motociclisti o, peggio, sui ciclisti. Il fetore insopportabile, che resta attaccato alle ruote e al vano dell’auto, dura parecchio e molti sono coloro (ci risulta da testimoni diretti) che han dovuto fare ricorso ai lavaggi auto.


La Redazione

 

Commenta su Facebook
,
5 comments on “PERCHÉ TRE GIORNI PER UNA FOGNA?
  1. Cara Signora Fina, lei dice perfettamente bene. Qui si tratta di un esondamento che dura da tre giorni, non da un'ora. Non si tratta di tombino stradale, lungo la cunetta, ma di tombino di della rete fognaria che passa lungo la via Palermo. Il Comune poi (come si faceva una volta) prima che arrivino le prime piogge autunnali, dovrebbe provvedere alla pulizia dei tombini di scolo delle vie per evitare allagamenti e altri danni. Grazie per il suo intervento.

  2. Cara Signora Fina, lei dice perfettamente bene. Qui si tratta di un esondamento che dura da tre giorni, non da un’ora. Non si tratta di tombino stradale, lungo la cunetta, ma di tombino di della rete fognaria che passa lungo la via Palermo. Il Comune poi (come si faceva una volta) prima che arrivino le prime piogge autunnali, dovrebbe provvedere alla pulizia dei tombini di scolo delle vie per evitare allagamenti e altri danni. Grazie per il suo intervento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.