Intervista All’Ass. All’Igiene Gianfranco Puccio

«ABBIAMO RISCHIATO DI RIMANERE SENZA DISCARICA. A PALERMO SI ERANO DIMENTICATI DI NOI …!».

GLI OPERATORI ECOLOGICI, INTANTO, NONOSTANTE LE RASSICURAZIONI DEL NEO ASSESSORE, RESTANO SUL PIEDE DI GUERRA.
SPERIAMO BENE PER TUTTI!

 

Commenta su Facebook
,
One comment on “Intervista All’Ass. All’Igiene Gianfranco Puccio
  1. Quando li ho definiti “facce di bronzo” mi riferivo ad atteggiamenti come questo ed alla loro capacità di raccontarci delle favole al posto della verità. Sono membri di una casta che fa quadrato attorno alle poltrone che non sono solo degli oggetti di arredamento, ma posizioni di potere che influiscono a determinare avvenimenti e movimentazione di denaro pubblico incanalandolo verso dove ritengono più opportuno o più utile ai loro progetti. Le parole del neo assessore sono sin troppo esplicite quando parla di persone ” per lui eccezionali ” che ritiene, nella qualità di imprenditori a caccia di profitto, debbano avere accesso e credito nel nostro territorio senza considerare quali siano gli interessi dei cittadini e la loro volontà. Questo sono : facce di bronzo. Quando non ci possono raccontare minchiate ci girano intorno senza dare risposte certe che non sarebbero nel loro interesse. Qual’è il debito nei confronti dell’Ato? L’assessore lo sa ma non lo dice, perchè? Quali atti ha compiuto l’ingegnere Tuttolomondo nei confronti delle inadempienze dell’Ato ? L’assessore risponde che certamente ne avrà parlato con il sindaco, ma non ha citato nessuna circostanza in cui si sia contestato qualcosa nei confronti dell’Ato stesso, scaricando di fatto la responsabilità sulle spalle del sindaco e tirandone fuori l’ingegnere che è il responsabile dei controlli sul rispetto del contratto da parte della società d’ambito. Su tutto il resto preferisco tacere in questa sede, prendendo atto di una passerella che rimarrà negli annali della cattiva amministrazione di questo paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.