VERSO LE ELEZIONI 2016. COMUNICATO DEL MOVIMENTO “TERRASINI…AMO”

 

(AGN) ELEZIONI REGIONALI 2010 : CAMPANIA

Volentieri pubblichiamo il comunicato inviatoci da ANGELO CINÀ, uno dei principali giovani animatori di questo Movimento politico che si proietta verso le elezioni amministrative del prossimo anno. 

DOCUMENTO PROGRAMMATICO

«Il movimento “Terrasini…amo“, costituitosi nell’aprile scorso e che ha visto una larga partecipazione di soggetti attivi e impegnati sul nostro territorio quali giovani, operai, liberi professionisti, studenti, insegnanti, educatori, rappresentanti di partito e associazioni, si è fatto carico sin da subito di promuovere il rilancio della politica terrasinese.


«In quest’ultimo periodo abbiamo visto, spesso, degli atteggiamenti autoreferenziali volti a costruire un progetto politico intorno ad una persona, di fatto imponendo un pensiero unico su una realtà molto eterogenea.

«Il nostro movimento reputa importante che l’impegno politico nasca dalla costruzione di una base che abbia al centro la costituzione di elementi aggreganti e prima di tutto la diversità dei soggetti che compongono tale gruppo, un programma innovativo ed efficace che dia spazio di azione al rilancio del nostro territorio, la volontà a confrontarsi con qualsiasi altro movimento o partito politico, prima fra tutti con il Partito Democratico, l’unico che può mettere a disposizione di Terrasini le relazioni regionali e nazionali, fondamentali al paese e che sposi in pieno l’idea di rinnovamento della classe dirigente.

«Sulla base di tale proposta si avvierà un confronto con le forze politiche locali, che siano esse movimenti, associazioni, partiti, su cose concrete da realizzare per il bene comune del nostro paese. È centrale per il movimento l’impegno di giovani qualificati, competenti, protagonisti del rinnovamento.

«Ciò che il movimento propone non è un programma impossibile, ma un impegno realizzabile per vedere Terrasini, ripartire, difendere la propria dignità e sviluppare un piano di crescita economico-sociale che possa rimetterla in dialogo con gli altri centri siciliani di spessore.
Terrasini non ha niente da invidiare a nessuno: abbiamo una costa straordinariamente bella e tante volte martoriata dall’inquinamento: urge l’impegno contro l’inquinamento ambientale e la realizzazione del depuratore.

«Se da una parte il turismo deve essere il leitmotiv del nostro territorio, dello sviluppo economico del nostro sistema, dall’altra parte è centrale l’impegno e l’attenzione ai servizi sociali: non bisogna dimenticare affatto gli anziani soli, le famiglie e i disabili; occorre rilanciare una politica giovanile volta alla promozione dello sport, delle attività ricreative, culturali e associative; è necessario volgere attenzione piena ai bisogni della marineria, al mondo dei contadini, dei commercianti, dei piccoli e grandi imprenditori…

«La bellezza estetica del nostro territorio, lesa nella sua dignità, ha bisogno di una politica che ponga al centro la raccolta differenziata e la riqualificazione di tutto l’ambiente. E altresì importante, che la macchina amministrativa sia rilanciata e indirizzata con autorevolezza, per offrire quei servizi ai cittadini in modo eccellente e con rispetto della dignità di ogni persona.
Su questa base il movimento “Terrasini…amo” intende presentare la proposta programmatica per una Terrasini diversa, per una Terrasini migliore.

«Punti programmatici

«L’aspetto di novità di questi punti programmatici sta nel metodo di lavoro che è il DIALOGO COSTANTE CON I CITTADINI e che sarà anche la modalità del nostro impegno per la comunità locale nei prossimi anni.

«Per una Terrasini:
-pulita;
-turistica-accogliente;
-solidale.

«Pulita

«In questi anni la pulizia ha assillato il nostro Comune: abbiamo avuto una classe dirigente che non ha saputo affrontare la gestione ATO e il suo conseguente fallimento.
1. Avere CORAGGIO! Coraggio nel proporre una nuova via che è quella della raccolta differenziata-riciclabile. In questa maniera possiamo favorire il turismo, trasformando la nostra città in un luogo pulito, accogliente e favorevole.
2. promuovere la modifica del regolamento della tariffa dei rifiuti, prevedendo un risparmio per chi ricicla (più si ricicla, più si risparmia).
3. creare isole ecologiche.

«Turistica-accogliente

«Il nostro territorio ha una posizione naturale che lo rende uno dei posti più attraenti e belli nel comprensorio. Esso rappresenta la fonte pubblicitaria di attrazione turistica del nostro paese. Ecco perché va sempre più valorizzato per incrementare il turismo, volano di sviluppo economico del paese.
Da qui deriva l’esigenza della formazione legata alla conoscenza del territorio e delle sue peculiarità per arrivare a creare sviluppo di occupazione attraverso la formazione di cooperative nella gestione di servizi, legati a percorsi didattico-ambientali, enogastronomici e culturali che coinvolgano tutti gli attori che lavorano a preservare il patrimonio ambientale.

1. creare un ufficio di informazione turistica, sito in un posto strategico del paese, e renderlo stabile per quei periodi dell’anno con più attrazione turistica (da aprile a settembre);
2. organizzare itinerari turistici alla riscoperta delle bellezze di Terrasini;
3. concretizzare servizi a favore del turismo: trenino, mappe, informatori, tour operator, personale addetto che possa fare da mediazione tra il comune e le imprese impegnate sul turismo (hotel, Villaggi, B&B) pubblicità esterna…;
4. curare nei minimi dettagli l’attrazione del bello estetico del nostro territorio, e a questo tipo di problematica è legata la pulizia e la realizzazione del depuratore.
5. realizzare il depuratore individuando un posto più ragionevole che possa garantire le condizioni ambientali favorevoli, purtroppo non rispettate in questi ultimi anni, e un costo di gestione accessibile senza caricare di questo onere i nostri concittadini. Il sito scelto dall’amministrazione uscente è altresì irragionevole per la distanza e per i costi di gestione che lieviteranno;
6. arredare il paese rendendolo un salotto accogliente;
7. organizzare il turismo invernale puntando sulle risorse del nostro paese allestendo le fiere di Natale, riscoprendo i vecchi mestieri, sagre, streetfood…;
8. realizzare la costruzione di un sottopasso che possa liberare il nostro paese per eventuali emergenze (quattro passaggi a livello che contemporaneamente chiusi bloccano la nostra città) e che diventa di primaria importanza anche per lo sviluppo del turismo.

«Solidale
Sostenere il sociale è centrale per il movimento: in questi anni abbiamo visto uno scarso impegno, se non del tutto assente, in quest’ambito. Crediamo che l’impegno nell’ambito dei servizi sociali è di primaria importanza e ciò non deve essere identificato come aiuti economici alle fasce più deboli. Questi aiuti devono continuare a sostenere le fasce, oggi più che mai e in modo più incisivo rispetto al passato.
Oltre a questo bisogna andare incontro alle esigenze di una fascia sempre più ampia della popolazione distribuendo le proprie risorse in base ad un aggiornamento dei criteri utilizzati alla congiuntura economica attuale:
1. rimodulazione delle attuali fasce ISEE al fine di ottenere una maggiore giustizia sociale
2. introdurre nuove agevolazioni per le famiglie,
3. sostenere le associazioni di volontariato attive nel sociale
4. inserimento scolastico e diritto allo studio;
5. socializzazione e qualità della vita;
6. sostegno alle iniziative di inserimento/reinserimento lavorativo delle fasce deboli;
7. sviluppo di politiche della casa o sistema degli affitti agevolati, recuperando risorse messe a disposizione da Regione o altri Enti (pubblici e privati);
8. cultura e sport come strumenti di promozione sociale;
9. valorizzare l’associazionismo, la cooperazione sociale e il volontariato.
10. attenzione per gli anziani organizzando attività ricreative, sociali e culturali… e promuovendo la formazione di associazioni impegnate in tal senso.
11. attenzione particolare per il mondo dei disabili sviluppando tutti quei servizi, infermieri professionali, fisioterapisti, assistenti sociali, psicologi, ai quali vanno aggiunti quei piccoli servizi quali, trasporti per analisi, consegna medicine a domicilio ed altro, e organizzando tutte le iniziative di un volontariato locale che vuole operare in quest’ambito…

Il Movimento
“Terrasini…amo”»

 

Commenta su Facebook
,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.