NELLE FOTO DI IANNELLO IL DRAMMA DEI MIGRANTI -MOSTRA-

 

Foto al “Margaret Cafè” di Terrasini

domenica 3 Luglio 2016 alle ore 19.00, inaugurazione della personale fotografica “NO FIXED ABODE”  di GIUSEPPE IANNELLO, promossa dall’Associazione ASADIN.
La mostra sarà allestita nella sala espositiva del “Margaret” fino al 23 luglio.

Giuseppe Iannello ok

DAL COMUNICATO STAMPA: «’No Fixed Abode’ è un progetto nato dall’esigenza di descrivere la difficile realtà di un qualsiasi richiedente asilo politico a Newport, Galles. Questo lavoro è l’epilogo del viaggio affrontato dai migranti attraverso l’Europa che ha, come ultimo approdo, la Gran Bretagna.

Giuseppe Iannello è un fotografo di 34 anni che vive tra Palermo e Newport. È attualmente al terzo anno di Fotografia Documentaria all’University of South Wales, Newport. Il suo primo approccio alla fotografia è avvenuto attraverso l’uso delle macchine analogiche, mezzo che ancora predilige. Ispirato inizialmente dai lavori di Gabriele Basilico e da Luigi Ghirri per il loro modo molto diverso di esplorare il paesaggio urbano, ha focalizzato i suoi primi lavori sull’interferenza dell’uomo sul paesaggio. Il suo modo di fotografare è molto rigoroso e rigido, ritiene molto importante la pulizia nell’inquadratura. I suoi nuovi lavori, influenzati dai suoi studi all’estero, si sono concentrati su piccole comunità, sui problemi della immigrazione e sui problemi sociali e ambientali.


logo terrasini oggi 2

La Redazione

Un tema di grande attualità, dunque, specie dopo l’esito referendario della Gran Bretagna delle scorse settimane. A tal proposito vogliamo riportare un passo del bell’editoriale di MARIO CALABRESI  (una Lettera ai giovani) pubblicato sabato 25/6 su la Repubblica:
«[…] Cari ragazzi, l’Europa è vostra, non lasciate vincere i venditori di paure».


Commenta su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.