SORGENTE DEL RE: LA FLANGIA È SCOMPARSA (video)


SORGENTE DI PIANO RE. La flangia, donata dai 5 Stelle alla popolazione, è scomparsa. Lo abbiamo scoperto ieri pomeriggio nel corso di un secondo sopralluogo con un operaio idraulico del Comune, VITO GUASTELLA, oggi in pensione, che ha lavorato alle dipendenze del Comune per 36 anni.

GUASTELLA

Guastella ha alle spalle una vasta conoscenza della intricata rete di distrubuzione idrica che insiste sul paese. A lui – se non a chi? – ci siamo rivolti per farci chiarire sul posto alcuni dubbi dopo la “puntata” di ieri e a oltre un mese dal montaggio della famosa “flangia” (si veda il servizio dell’altro ieri intitolato “Per qualche euro in più”  -clicca qui-)

flangia 1

Con la flangia montata un mese fa

 

Nel corso del nuovo sopralluogo Guastella ci ha chiarito che, in base alle sue conoscenze, la gran quantità d’acqua che si riversa sulla Statale in zona “San Cataldo”, proverrebbe da un’altra sorgente. A parziale conferma di quanto afferma in realtà, in quel preciso punto, vi è sempre stato un rivolo d’acqua. Ma non finiscono qui le novità di ieri, infatti ci siamo anche imbattuti in una vera e propria sorpresa: la flangia, dopo il nostro servizio di martedì 26, è scomparsa di punto in bianco. Chi mai l’avrà smontata? e perché?

 

flangia 2

Così come è stato trovato ieri il pozzetto

Da questa vicenda, tuttavia, almeno una lezione la stiamo imparando: i politici svolgano al meglio il proprio compito di indirizzo e proposta; i tecnici svolgano fino in fondo il loro per cui sono pagati e i mezzi d’informazione siano più attenti e puntuali. Altrimenti si entra in cortocircuito. Già ne abbiamo fin troppi di problemi e ci mancherebbe anche -per una flangia in più o in meno –  quello dell’acqua sul cui delicato equilibrio non è consentito a nessuno lasciarsi andare alle improvvisazioni.

Il video con l’intervista a Vito Guastella

Commenta su Facebook
,
2 comments on “SORGENTE DEL RE: LA FLANGIA È SCOMPARSA (video)
  1. Era chiaro che quella manifestazione di sollecito intervento fosse solo una trovata pubblicitaria sotto forma di gita scolastica. Sono andati in massa come se fossero tutti dei tecnici a fare una manovra che non era determinata da una decisione tecnica per eliminare con certezza una anomalia e una accertata perdita d'acqua. Chi ha deciso che fosse opportuno montare la flangia assumendosene la responsabilità? Chi ora ha deciso di fare togliere la flangia e perché? Tremerebbero i polsi se si pensasse che si tratta di un normale modus operandi a rischio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.