A CINISI SI “INVESTE” SULLA MEMORIA


“LA MEMORIA COME RISORSA”. È questo il tema dell’evento estivo cheCasa Memoria Felicia e Peppino Impastato” organizza in collaborazione con “l’Associazione Officina RIgenerazione. Il 5 agosto un evento dedicato alla valorizzazione delle risorse storiche, archeologiche, culturali e naturalistiche del territorio. In Corso Umberto dimostrazioni di antiche arti manuali, giochi di strada tradizionali e spazio riservato alle produzioni locali con stand per la vendita di prodotti. L’evento culturale finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

COPERTINA 3

E noi aggiungiamo che è, appunto, l’insieme dei ricordi individuali a costituire la rete della memoria condivisa, cioè, l’identità di una comunità, la sua specifica cultura, i valori su cui poggia: fusione di luoghi e tradizioni; oggetti della vita quotidiana intessuti di parole, mestieri e proverbi, nomi e soprannomi. Insomma, tutto quello che – per usare un’espressione comune – ci fa dire “io sono di … quel determinato luogo …”.

memoria come risorsa-2L’importante iniziativa culturale, che si svolgerà nel Corso Umberto 1° (tra la sede di Casa Memoria e l’ex Casa Badalamenti) è dedicata alla conoscenza e alla rivalutazione dei beni e delle risorse storiche, archeologiche, culturali e naturalistiche del territorio e rientra nelle attività previste dal progetto La Memoria e il presente, cofinanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della gioventù e del servizio civile nazionale.

«La finalità  – è scritto in una nota – è quella di favorire un incontro nuovo, dallo sguardo aperto, con quanto la nostra terra, grazie all’impegno dell’uomo, ha saputo donare, con particolare attenzione alle buone pratiche e alle tradizioni antiche, dall’impatto ridotto e, dunque, sostenibile.

A partire dalle ore 18 fino alle ore 23 si potrà assistere a dimostrazioni di antiche arti manuali come il ricamo a tombolo e norvegese e l’intreccio di vimini; nel contempo sarà possibile, per i più piccoli (e non solo), sperimentarsi con i giochi di strada tradizionali. E non mancherà lo spazio riservato alle produzioni locali e artigianali con stand dove i produttori e gli artigiani avranno la possibilità di presentare e vendere i loro prodotti.

corso umberto

Corso Umberto Anni Sessanta (foto archivio Terrasini Oggi)

Alle ore 19 in programma una tavola rotonda di approfondimento sulle antiche produzioni, sui tesori archeologici nascosti o ignorati, sulle tradizioni locali, nonché sull’opera letteraria di Giovanni Meli, per produrre una sorta di “mappatura” delle ricchezze poco valorizzate.

NE PARLERANNO, moderati da Alice Iacopelli, Nino Vitale, antropologo, Pippo Lo Cascio, ricercatore in archeologia, Maria Antonietta Mangiapane, responsabile della Biblioteca di Cinisi, Dario La Fenda, ingegnere responsabile della Cooperativa A.L.I. A quest’ultima è stata recentemente affidata la “Tonnara dell’Orsa”, bene architettonico da riqualificare situato nei pressi di Punta Raisi.

torre dell'orsa

Tonnara dell’Orsa

Grazie a questo progetto si avrà la possibilità di tornare al presente, riconsiderando il passato e guardando al futuro, con l’esempio pratico di come questo processo si stia già mettendo in moto.

 

 

 


 

Commenta su Facebook
,
One comment on “A CINISI SI “INVESTE” SULLA MEMORIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.