“CITTADINANZA ATTIVA”: La Giunta Comunale Vara Lo Schema


stemma

Il significativo atto amministrativo, denominato”Regolamento di cittadinanza attiva-collaborazione civica”, è stato deliberato lo scorso 13 luglio dalla Giunta municipale. In un nostro precedente servizio se ne ra già accennato. Adesso l’iter del provvedimento, fortemente voluto dal Sindaco, si avvia alla conclusione (mancherebbe solo l’approvazione da parte del Consiglio).

ramazza

 

di Redazione

 

Il regolamento – si legge nella nota del Comune – «disciplina le forme di collaborazione dei cittadini (singoli, a gruppi o associati) con l’Amministrazione Comunale per la cura, il recupero e la gestione dei beni comuni urbani e per il supporto nelle attività politico-ammistrative».

«L’attività nell’ambito del servizio civico volontario -si specifica ancora nella nota – non determina in alcun modo l’instaurazione di un rapporto di lavoro con il Comune di Terrasini ed è svolta a titolo gratuito.

Gli interventi saranno finalizzati ad integrare o migliorare gli standard manutentivi garantiti comunque dal Comune o a migliorare la vivibilità e la qualità degli spazi e ad assicurare anche la fruibilità collettiva di spazi pubblici.

rastrelloSono tre sostanzialmente le aree di intervento:

1) Manutenzione e pulizia delle aree verdi, dei giardini, delle ville e dei parchi pubblici e delle aiuole, nonché supporto anche nella manutenzione della pubblica illuminazione; pulizia delle strade, piazze e marciapiedi e altre pertinenze stradali comunali e arredo urbano; pulizia spiagge e accessi a mare; lavori di piccola manutenzione degli edifici scolastici e degli edifici  sedi di istituzioni culturali.

2) Attività nel campo culturale, sportivo, sociale e della sicurezza (supporto ad iniziative di carattere culturale, sportivo e ricreativo organizzate dal Comune di Terrasini; supporto ad interventi di prevenzione e sostegno alle forme di disagio e di emarginazione sociale svolti dal Comune di Terrasini; controllo e sorveglianza di aree durante le manifestazioni pubbliche oppure in prossimità di zone ad alta frequentazione da parte della cittadinanza – soprattutto parco giochi per bambini e scuole -, guardiania presso ville e beni comunali).

3) Supporto nelle attività dei vari rami dell’Amministrazione (questo tipo di supporto sarà svolto attraverso suggerimenti, formulazioni di proposte e istanze che siano espressione di una diffusa esigenza degli utenti o attraverso pareri su argomenti di rilevanza politico-amministrativa).

Secondo le previsioni del regolamento,  i cittadini possono presentare istanza di collaborazione civica al Sindaco, specificando i settori di intervento proposti e la durata dell’attività. I moduli di proposta-richiesta di collaborazione possono essere ritirati presso la Segreteria del Sindaco. Le proposte saranno vagliate dal Sindaco e, in caso di parere favorevole, sarà successivamente firmato un “disciplinare” di collaborazione dove saranno indicate, tra l’altro, le modalità di intervento e gli Assessori o i Capi Area di riferimento con cui raccordarsi per l’espletamento dei servizi.


 

Commenta su Facebook
,
One comment on ““CITTADINANZA ATTIVA”: La Giunta Comunale Vara Lo Schema
  1. “Le proposte saranno vagliate dal Sindaco e, in caso di parere favorevole, sarà successivamente firmato un “disciplinare” di collaborazione dove saranno indicate, tra l’altro, le modalità di intervento e gli Assessori o i Capi Area di riferimento con cui raccordarsi per l’espletamento dei servizi”.
    Quindi quel che prima era un gesto straordinario di amore e senso civico, ora è regolamentato e soggetto al giudizio preventivo altrui. A questo punto tanto valeva far rispettare le regole vigenti, no?!
    E se qualcuno si alza la mattina e vuole tagliare il metro e mezzo di erba che ha fuori casa, o i cespugli pieni d’immondizia lungo la strada, o uscire in kayak per pulire un tratto di mare, etc etc etc, senza dire niente a nessuno rischierà qualche sanzione?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.